trentuno, sono trentuno

trentuno, sono trentuno


La notizia principale oggi è chiaramente il TRENTUNESIMO (si 31, 31, 31, e ancora 31) SCUDETTO alla Juve!!!!!!!!!!! GRANDISSIMA!!!!!!!!!!!

Crepate invidiosi.

E passiamo a notizie secondarie.

Per esempio al capolavoro di Micaela Biancofiore, che ha rischiato di essere il sottosegretario con l’incarico più breve della storia della repubblica, facendosi nemici sia le associazioni gay che i cattolici.

Le prime si sono sentite offese per alcune sue dichiarazioni tipo “i gay si autoghettizzano”, e gli altri, cioè noi, abbiamo letto esterrefatti una sua intervista in cui lei dice no ai matrimoni gay, ma si a una legge sulle unioni civili, perchè questa sarebbe la linea di Silvio Berlusconi (nel programma del PdL non c’è neanche una parola a riguardo) e "le elezioni le ha vinte Silvio, non la componente cattolica del Pdl".

Più veloce della luce,  Enrico Letta le ha ritirato le deleghe alle pari opportunità. Lo ha fatto perché lei è stata inopportuna, nel modo in cui in generale ha affrontato la faccenda: tra l’altro, mai Enrico Letta, nel programma del suo governo, ha minimamente accennato a una legge sulle unioni civili. I giornali, però, hanno raccontato una storia diversa: il ritiro delle deleghe sarebbe dovuto solo alle frasi omofobe della Biancofiore. Come a dire: attenzione alle dichiarazioni sui gay: se non sono allineate al politicamente corretto, sono guai.

Interessante, poi, il post di Sandro Magister sul sottosegretario agli Esteri, Mario Giro, targato Sant’Egidio, la quale Sant’Egidio pare aver combinato pasticci vari proprio sul fronte delle mediazioni di alcuni conflitti, che cerca di “vendersi” come successi.