The Trans Train – inchiesta della TV pubblica svedese

The Trans Train – inchiesta della TV pubblica svedese

È stata bloccata la legge proposta nell’estate del 2018 dal governo social democratico svedese, che voleva abbassare da 18 a 15 anni l’età minima per accedere alla chirurgia per la transizione di genere senza il consenso dei genitori, e che voleva stabilire a 12 quella per poter cambiare legalmente il proprio genere. Le polemiche erano nate subito dall’interno della comunità scientifica, innescate da un articolo del quotidiano ‘Svenska Dagbladet’ dove il prof. Christopher Gilliberg, docente e psichiatra alla Gothenburg’s Sahlgrenska Academy, aveva dichiarato che il trattamento ormonale e chirurgico nei confronti dei minori con disforia di genere era un “grande esperimento” che rischiava di diventare uno dei peggiori scandali della medicina nazionale, mancando completamente di base scientifica e spesso anche di revisione etica.

Ma ad avere un ruolo determinante nell’opinione pubblica svedese è stato un programma di giornalismo investigativo della TV pubblica svedese, ‘Uppdrag granskning’, traducibile con ‘Missione: indagare’. Per continuare a leggere la prima parte del mio approfondimento sul tema, su Avvenire, clicca qui.