su Berlusconi si e su Vendola no

su Berlusconi si e su Vendola no


Dopo più di tre mesi di pagine e pagine di attacchi di una volgarità e violenza inaudita da parte di Repubblica nei confronti di Berlusconi – per dare un’idea, oggi si poteva leggere, testuale: “A incontrarlo al bar, un bauscia di questa incontinenza (bauscia è bava, saliva: e anche il bavante, il salivante, il moccioso) si chiederebbe al barista di azzittirlo o allontanarlo, ma quel bauscia è il nostro capo del governo” – dopo mesi in cui grazie a Repubblica la stampa internazionale ci ha vomitato addosso tutta la anti-italianità che ci è ben nota, dopo mesi in cui Repubblica ha cercato in tutti i modi di far condannare Berlusconi dai vescovi (quando da sempre, per definizione, Repubblica attacca gli stessi vescovi un giorno sì e l’altro pure perché si impicciano troppo della vita privata della gente), insomma, dopo questi mesi pieni di tutti questi avvenimenti, si è giunti a una conclusione: probabilmente  – diciamo “probabilmente” perché pure Beppe Grillo ha espresso i suoi dubbi sulle registrazioni della D’Addario, e ho detto tutto – Berlusconi, a casa sua, ha avuto un rapporto sessuale con una donna di 42 anni, consenziente.

L’aggravante sarebbe quella che in altre sue case – personali – da anni dà periodicamente delle feste, a cui sono invitate anche belle donne.

Tutto qua.

Non è manco adulterio, visto che è separato nei fatti da sua moglie da diversi anni, e sua moglie sta da altrettanti anni con la guardia del corpo.

Intanto oggi il governatore della Puglia Nichi Vendola, ex- Rifondazione e adesso Sinistra e Libertà,  ha attaccato in una durissima lettera il magistrato che sta indagando sulla corruzione della sua giunta regionale, insinuando anomalie nell’inchiesta stessa e attaccando, tra l’altro “l’incredibile e permanente spettacolarizzazione dell’inchiesta”.

 Vendola parla di “una campagna politica e mediatica che mira a colpire la mia persona pur non essendo accusato di nulla”.

E Felice Casson, un ex magistrato passato alla politica, ovviamente nel Partito Democratico, dichiara “Vendola non è indagato ma, nonostante questo, tutte le mattine è sui giornali. Non essendo indagato, nel processo non può difendersi e quindi comprendo la sua esasperazione”.

Ma va’? Ma chi l'avrebbe mai detto? Una tale crudeltà, mai vista prima! Ma pensa un po’…. il povero Vendola, povero Vendoluccio nostro, tutti i giorni sui giornali senza uno straccio di accusa, insomma, che figura, che dolore, c’è da protestare, e pure forte, e pure tanto …. mica è Berlusconi, lui, che lo si può massacrare gratis sulla stampa di tutto il mondo perché è andato a letto a casa sua con una donna di 42 anni, consenziente.

Nel frattempo, nel Pd si guardano l’ombelico e parlano fra loro sul futuro del partito, in attesa delle primarie e del congresso. Chissà perché qualcosa ci dice che non andranno lontano.