sondaggio sul fine vita

sondaggio sul fine vita


In previsione del referendum sulla legge sul fine vita, minacciato dal senatore Ignazio Marino, che ha rallegrato la maggioranza e gettato nel panico totale l’opposizione di cui Marino fa parte, e per accompagnare l’approvazione del Disegno di Legge Calabrò sul fine vita, proponiamo il seguente sondaggio (per sapere come la pensano gli italiani sul fine vita, non serve una gran quantità di domande, ne basta una, semplice e chiara):

Nel caso in cui tu non fossi più in grado di esprimere direttamente il tuo consenso a cure, terapie o alimentazione e idratazione assistita, preferisci:

a)     morire in solitudine, di fame e di sete, in un’ala apposita della casa di riposo “La Quiete” di Udine, in una stanza con le finestre sbarrate e le guardie giurate alla porta, assistito dal Dr. Amato De Monte e da un’associazione di volontari che hanno preso le ferie appositamente per accompagnare il tuo trapasso

oppure

b)    di morte naturale, accudito dalle suore misericordine di Lecco, con un sondino naso-gastrico