riprendiamo il filo….

riprendiamo il filo….


Dopo un paio di settimane di impegni in giro per il mondo - letteralmente - cerchiamo di riprendere il filo dei pensieri. Berlusconi finito? Dicono tutti così, è un coro da giornali, tv (e meno male che adesso c’è la programmazione estiva e certe lagne ce le risparmiamo) e quant’altro….e ieri lui ha avuto di nuovo la fiducia, una maggioranza assoluta che non si vedeva da tempo. Ma diciamo pure che:
  1. non mi si venga a dire che adesso sono tutti comprati i parlamentari. Ricordo che il secondo governo Prodi è caduto miseramente dopo due anni, mentre il primo, anche se è caduto durante la legislatura, è stato sostituito da altri senza passare per le urne. Che significa: comprati i parlamentari del primo Prodi, e liberi quelli del secondo? No di certo. La verità è un’altra: finché c’è una maggioranza in parlamento, il parlamento è legittimato ad andare avanti. Si va al voto quando di maggioranze non ce ne sono più. E adesso di alternative a questo governo, che piaccia o meno, non ce ne sono.
  2. Questione Bisignani e P4. Ridicola. O gravissima, che dir si voglia. Con gli stessi criteri, ognuno di noi potrebbe appartenere ad una P27, P125, con una numerazione tanto maggiore quanto meno è importante il giro di chiacchiere. Buono il pezzo di Franco Bechis sul suo blog.
  3. Diciamo pure che dopo le amministrative e i referendum, il rumore delle manette è aumentato, e non a caso: si cerca di dare la “sberla” finale. E’ un film già visto, referendum inclusi: erano i primi anni ’90. Speriamo che il Paese non ne esca a pezzi, e che Berlusconi resista. E speriamo veramente che la politica tutta esca dall’imbarbarimento a cui stiamo assistendo. Ogni volta che apro il Corriere della Sera – la Nuova Pravda, il giornale veramente espressione dei poteri forti, molto peggio di Repubblica, che almeno sai che è nemica dichiarata, mentre il Corrierone si ammanta di un’aria sussiegosa, sempre con quel ditino alzato a fare la morale, e da che pulpito…. – bene, ogni volta che apro il Corriere  (si salvano giusto i commenti di Massimo Franco) mi torna in mente il periodo di Mani pulite. Meditate, gente, meditate….
  4. Pillola dei cinque giorni dopo. Qua un mio editoriale su avvenire, "La scorciatoia bugiarda dell'aborto inconsapevole". Ci torneremo su presto.