Renzi, Alfano, le Sentinelle

Renzi, Alfano, le Sentinelle


UNO:  Renzi vincitore assoluto alle primarie del Pd: vediamo adesso che succederà. E’ la prima volta che diventa segretario del Pd una persona estranea al vecchio PCI. Il  Pd come lo abbiamo conosciuto fino a oggi non c’è più. I risultati delle primarie, così come riportati adesso, mostrano che Renzi ha sostanzialmente asfaltato proprio l'apparato di partito che un anno fa era riuscito a metterlo da parte. Vedremo, con Berlusconi fuori dal Parlamento e oggettivamente indebolito, se il Pd riuscirà a rimanere unito.  Renzi intanto ci ha già deluso, in questi mesi. Si è dichiarato cattolico, ma ha sostenuto il disegno di legge Scalfarotto sull’omofobia, e sui cosiddetti diritti civili la sua posizione è indistinguibile da quella laicista della peggio sinistra.

DUE: ieri alla convention dell’Nuovo Centrodestra, Alfano ha dichiarato apertamente cose che noi umani non sentivamo più da tanto tempo (lo avete notato?), e che pensavamo cadute irrimediabilmente nell’oblìo, e cioè: “Crediamo che la vita sia tale fin dal suo concepimento, crediamo che qualcuno quella vita la dia e qualcuno la tolga, ma questo qualcuno non deve essere il Parlamento”, e ancora "Crediamo nella vita e nella famiglia fondata da un uomo e da una donna che si sposano e vogliono fare dei figli".

Alfano ha chiesto poi alla Madonna di illuminare il cammino suo e dei suoi amici del nuovo partito, e ha chiuso la sua convention chiedendo a Dio di benedire l’Italia.

Incredibile: c’è ancora qualcuno che a queste cose ci crede, e che addirittura le fa sue nel programma politico. Molto più ovvio, purtroppo, che tutte queste frasi di Alfano non siano state sottolineate da nessuna parte, neppure nell’area cattolica.

TRE: intanto i tempi si fanno sempre più duri. Leggiamo dall’agenzia ANSA: Tensione oggi (ieri, 7 dicembre) in centro a Bergamo, dov'era in programma una manifestazione delle 'Sentinelle in piedi' per protestare contro il disegno di legge Scalfarotto e a favore della liberta' di espressione: i manifestanti sono stati contestati dai giovani dei centri sociali. Un centinaio le 'Sentinelle', molte con famiglie al seguito: hanno inscenato una protesta silenziosa. Una sessantina gli antagonisti, con striscioni, slogan e insulti. Lanciati anche fumogeni verso le famiglie. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri, che si sono messi tra le due 'fazioni' per evitare scontri fisici. Gli esponenti dei centri sociali hanno reagito con spintoni, calci e sputi verso la polizia. Molti degli antagonisti sono stati identificati: saranno denunciati per manifestazione non autorizzata, per il lancio dei fumogeni e per resistenza a pubblico ufficiale.

ANSA si guarda bene dallo specificare con chiarezza che il disegno di legge Scalfarotto, è quello che istituisce il nuovo reato di omofobia.

Qui il comunicato delle Sentinelle in Piedi, con il calendario delle manifestazioni in Italia.