Raghad, il rinvio del ddl Cirinnà

Raghad, il rinvio del ddl Cirinnà


Sulla piccola Raghad, suo padre, lo zainetto con l'insulina e quello che sta succedendo nel nostro paese riguardo agli immigrati, ho scritto ieri su l'Occidentale: vediamo di non perdere il lume della ragione!

Intanto, sulle unioni civili: il lavoro dei parlamentari di Ap, cioè Area Popolare (cioè NCD + UDC) ha ottenuto un rinvio a ottobre della discussione della legge Cirinnà. Ricordo che in commissione Giustizia al Senato i lavori sono ancora bloccati dagli emendamenti di Ap, presentati soprattutto da Giovanardi, ed è questo il fatto che ha potuto concretamente bloccare l'iter. Qua una cronaca interessante di repubblica.it, dove si leggono, nell'ordine, la risposta chiara e diretta di Galantino, segretario della CEI, alle dichiarazioni Renzi; una interessante domanda del Sen. Malan di Forza Italia; le dichiarazioni di Scalfarotto che, uscito dal digiuno, indica in Giovanardi, Gasparri e Roccella un esempio di quelli che si battono contro la Cirinnà come fosse una questione di vita o di morte. Tanto per far capire l'aria che tira, adesso.