Notte di Natale

Notte di Natale


E’ notte fonda, ed è Natale. Ho appena finito di nascondere i regali per il resto della famiglia: è una nostra tradizione, lo facciamo da quando i bambini erano piccoli.

Abbiamo iniziato il primo anno, per caso, quando il figlio maggiore aveva cinque anni: avevamo un albero di Natale molto piccolo, e lui lo voleva più grande. Gli avevamo spiegato che non avevamo proprio tempo, loro erano tre bambini piccoli (uno, tre e cinque anni), e avevamo tanto da fare. Però ci dispiaceva non accontentarli, e allora il 24 sera, la decisione, poco prima della chiusura dei negozi: ho comprato il più alto che era rimasto al negozio di articoli natalizi – due metri di plastica, molto bello però – e insieme a mio marito, la notte, lo abbiamo montato e riempito di addobbi. La mattina dopo i bambini rimasero senza fiato di fronte a quell’albero, tanto pareva loro enorme.

I due anni successivi abbiamo invece riempito il salone di palloncini colorati: un centinaio circa, e in mezzo dovevano cercare i regali. Da allora, ogni anno, la notte di Natale preparo un addobbo a sorpresa e nascondo i regali. Adesso non sono più bambini, i figli sono quattro e hanno fra i 12 e i 16 anni, ma guai a me se la tradizione non si ripete!

Il presepio invece lo fanno da soli, e adesso che sono cresciuti ha finalmente un aspetto normale. In passato li personalizzavano; mischiavano i personaggi tradizionali con i pupazzetti con cui giocavano, e venivano fuori strane cose: pecore insieme a dinosauri, nel periodo di Jurassik Park, e poi pastori accanto alle miniature del Signore degli Anelli, e se non sbaglio qualche anno abbiamo messo anche roba della Lego. Il bambinello era rigorosamente messo da una parte fino alla vigilia, e qualche volta abbiamo rischiato di perderlo, tanto lo avevamo nascosto bene.

La messa di Mezzanotte è un must della famiglia. Siamo andati tutti insieme anche quando erano molto piccoli e si addormentavano subito, perché volevamo che capissero che la notte di Natale succede qualcosa di molto speciale.

Da qualche anno alla Messa di mezzanotte vanno insieme agli amici del quartiere. E quando li guardo, come stasera, mi pare veramente strano che siano cresciuti così in fretta. Quando è successo? Come hanno fatto?

E’ Natale.E’ anche molto tardi (o molto presto, a seconda dei punti di vista).

Vi invito a leggere come il Papa ha spiegato la tradizione del Natale ai pellegrini di tutto il mondo.

P.S.: visto cosa è successo stanotte? Ho da poco visto il video con il Papa che cadeva, e mi è venuta una stretta al cuore.