Non lasciamoli soli!

Non lasciamoli soli!


15 università chiuse e centinaia di professori sospesi. Chiuse anche oltre mille scuole private, 19 sindacati, centinaia tra enti benefici, fondazioni e istituzioni mediche. Tremila magistrati, ottomila poliziotti, oltre un terzo dei prefetti, decine di migliaia tra insegnanti pubblici e privati, dipendenti ministeriali, tutti sottoposti a purghe ed epurazioni, arrestati o ridotti all’inattività”. Inizia con le crude cifre della repressione di Erdogan l’appello de l’Occidentale, primo atto di una mobilitazione concreta e tangibile per la libertà del popolo turco, che in questi giorni sta rischiando di cadere in una buia dittatura di stampo islamico. Non riguarderebbe solo loro, ma tutti noi: se vogliamo fermare la guerra e il terrore che stanno arrivando dall’oriente, dobbiamo innanzitutto difendere la libertà e insieme i confini dell’Europa.

Io ho aderito all’appello, e invito tutti voi a farlo: per leggere il testo dell’appello e le indicazioni per aderire cliccate qua.