Niente tasto “cancella”

Niente tasto “cancella”

Con realismo e in linea con la lettera e lo spirito originario della legge 40 che regola la procreazione assistita, il tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha stabilito che è giusto consentire a una donna di avviare una gravidanza con embrioni congelati, formati in precedenza con l’ex-marito, nonostante l’uomo quel figlio non lo voglia più, perché il loro matrimonio è finito e lui ha un’altra vita. Per continuare a leggere il mio editoriale di oggi su Avvenire clicca qui.