le invisibili solitudini.

le invisibili solitudini.


Un fatto riportato in una cronaca locale mi ha colpito molto. L'ho commentato su Avvenire che - molto opportunamente - ha titolato il commento: le invisibili solitudini.

Non la incontravano da una decina di giorni. Una conoscente l’ha cercata caparbiamente, setacciando uno a uno i reparti dell’ospedale, dove qualcuno diceva di averla vista, e alla fine l’ha trovata nell’androne del Pronto Soccorso, avvolta da una coperta, su una barella, molto sporca e denutrita. Non è il classico caso di malasanità, e per questo non diciamo il nome del paese. 

per continuare clicca qui