era meglio pubblicare tutti i testi…

era meglio pubblicare tutti i testi…


Pare che questo sia un teologo (chiaramente al Sinodo): Intervenuto al briefing quotidiano, ha risposto a diverse domande sul vasto tema della pastorale famigliare il teologo argentino Victor Manuel Fernandez, padre sinodale, rettore dell’Università Cattolica di Buenos Aires, vice-presidente della commissione che scriverà il messaggio finale del sinodo. Il matrimonio cristiano è un “bellissimo ideale”, ma quando si parla di “gradualità” si intende che bisogna prendere in considerazione “la realtà concreta delle persone che non possono arrivare a quell'ideale”, ha spiegato Fernandez, rimandando alla categoria di “bene possibile” evocata da Papa Francesco nella Evangelii Gaudium, da perseguire “anche con il rischio di sporcarci nel fango del cammino”. Insomma: il matrimonio è una gran bella cosa, ma la realtà, ragazzi miei, è altro….. E chi fa tutti i giorni la fatica di vivere il proprio matrimonio e di tenerlo cristianamente vivo, allora??????? Frasi di questo tipo, come possono motivare a vivere il matrimonio cristiano? O forse questa frase è stata estrapolata male? Ma senza testi originali, e solo con interviste o riassunti, cosa capiamo di quel che veramente si sta dicendo nel Sinodo? Leggo che hanno parlato Bagnasco, Muller, Caffarra: cosa hanno detto? come faccio a saperlo?