di nuovo Vincent Lambert

di nuovo Vincent Lambert

Oggi interromperanno alimentazione e idratazione assistita a Vincent Lambert, facendolo morire.
I medici hanno deciso di non aspettare il pronunciamento del Comitato Onu sui disabili, forti della sentenza della Cassazione.
Ricordo che poiché la Francia ha firmato la Convenzione Onu sui disabili, dovrebbe anche applicarla, e comunque attenersi alle indicazioni del Comitato Onu che vigila sull’applicazione della Convenzione da parte degli stati che l’hanno firmata.

Voglio sottolineare due questioni importanti:
1. In questo modo la Francia ha dichiarato l’inutilità e l’irrilevanza di qualsiasi convenzione Onu: inutile firmarle, se poi non ci si attiene alle indicazioni dei comitati che vigilano sulla loro applicazione. Da oggi per la Francia l’Onu è un ente inutile.
2. In Italia questo non sarebbe stato neppure un “caso”: per via della legge 219 (quella sul cosiddetto biotestamento, le DAT), se il rappresentante legale della persona incapace (o minore) e il medico sono d’accordo nel sospendere i trattamenti (e sappiamo che la legge include anche alimentazione e idratazione artificiale), possono procedere senza interpellare un giudice. Cioè in Italia, con la legge vigente, nelle condizioni in cui è Vincent Lambert avrebbero potuto staccare tutto punto e basta.

P.S. e oggi siamo a -83.

Sono i giorni che mancano al 24 settembre, quando la Consulta depenalizzerà l’aiuto al suicidio, se non interverrà prima il parlamento a impedirlo.