cirinnà, manipolazione genetica, Israel

cirinnà, manipolazione genetica, Israel


Sono gli ultimi emendamenti di alcuni senatori di Area Popolare (Ncd e Udc) a bloccare i tentativi di mediazione di chi vorrebbe comunque un compromesso con la Cirinnà: chiedendo a tutti di dire si o no a utero in affitto, commercializzazione dei gameti, conoscenza delle proprie origini e tracciabilità per tutti i nati, hanno smascherato i cosiddetti "moderati" pro-Cirinnà. Lo spiego su L'Occidentale, a partire dal racconto della bella iniziativa di due "infiltrati" di pro-Vita, che oggi abbiamo letto su alcuni giornali. 

Crescono interrogativi e prese di posizione sulla nuova tecnica di manipolazione genetica di cui si discuterà al summit "delle accademie" a Washington, dal 1 al 3 dicembre prossimi. E' molto importante. Ne ho scritto su Avvenire, giovedì scorso.

E' morto un grande amico, Giorgio Israel. Un amico, innanzitutto, e un intellettuale straordinario, che lascia un gran vuoto anche nel dibattito pubblico. Voglio riproporre il suo intervento agli incontri di Norcia di Magna Carta, nel 2007: il rapporto fra scienza e religione di fronte alle sfide della postmodernità.