Berlusconi, i filantropi e Sant’Egidio

Berlusconi, i filantropi e Sant’Egidio


Pensieri notturni invernali.

Uno: e adesso che Berlusconi è decaduto, con chi se la prenderanno? Cosa farà il Pd e tutta la compagnia cantante di chi ne ha votato la decadenza? E siamo sicuri che a loro sia convenuto? Non credo. E’ come tirare in porta mentre qualcuno tiene il portiere per le braccia. L’ostinata e cieca volontà dei nemici giurati di B. di farlo fuori, a tutti i costi, contro il buon senso che avrebbe suggerito di consultare la Corte Costituzionale, e comunque di aspettare il verdetto dei giudici – che avrebbero fatto cadere B. comunque – si rivolterà loro contro.

Due: domani a Milano incontro delle fondazioni di area Centrodestra. Il Nuovo Centrodestra di Alfano è partito. Buon lavoro! Siamo con voi. Proprio perché berlusconiani, siamo con voi.

Tre: qualcuno dovrebbe spiegare a quelli di Sant’Egidio che la filantropia non è esattamente uguale alla carità, anzi. C’è una certa differenza, e i cristiani di solito praticano la seconda, che significa innanzitutto condivisione dei bisogni e accoglienza annunciando il Vangelo, e non la prima, cioè dare le briciole della propria ricchezza per scopi umanitari. Papa Francesco, per esempio, ne ha spiegato bene la differenza proprio di recente, lo scorso 9 novembre, ai delegati dell’UNITALSI (la cura cristiana agli ammalati non è filantropia, lo ha segnalato Massimo Introvigne). Bisognerebbe dirlo a quelli di Sant’Egidio, dicevo, perché alla fine di ottobre, il 26 e 27, precisamente, hanno organizzato (presso i musei vaticani), il primo forum italiano della filantropia, che avrebbe come scopo “diffondere la cultura del dono in Italia”. In particolare, gli organizzatori spiegano che “Il Forum rappresenta il primo grande incontro in Italia tra filantropi, opinion leaders e studiosi per recuperare coesione sociale e una più equa distribuzione del benessere”. Ho girato un po’ per il sito, molto elegante, e non ho trovato mai la parola “carità”, e men che meno “vangelo”. La partecipazione era su invito, e i filantropi invitati hanno versato liberamente una quota in denaro alla Agenda Sant’Egidio Onlus, per sostenerne un progetto, a scelta fra due. Fra i partecipanti, anche i filantropi Letizia Moratti, Diego della Valle, insieme a Melinda Gates e Eileen Rockfeller Growald. Peccato che, visto sito e programma, anche stavolta nessuno abbia spiegato a tali filantropi che cos’è la carità cristiana. Un’occasione persa.