abbiamo visto cose che voi umani……

abbiamo visto cose che voi umani……


In un futuro lontano potremo forse dire ai nostri nipoti: a quella campagna elettorale del 2013, dopo la profezia dei Maya sulla fine del mondo, io c’ero, e abbiamo visto e udito cose che voi umani non potete neppure immaginare……

Oggi ne abbiamo sentite di tutti i colori.

Per Monti è stata una giornataccia. Stamattina ha cominciato con Emma Bonino, dichiarando candidamente quel che pensa e cioè:

(da TMNEWS): "Emma Bonino sarebbe una candidata molto buona al Quirinale": lo ha detto a Radio Anch'io il leader di Scelta Civica Mario Monti ricordando che "in Commissione Ue insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro. E' una di quelle persone di cui ce ne vorrebbero di più". E tanto per gradire, ha aggiunto: E' necessario "un rafforzamento" dei diritti delle coppie gay, ma "l'adozione e' un passo ulteriore al quale la mia coscienza non si sente preparata". 

Poi qualcuno probabilmente gli ha fatto notare che il Pd ha perso il Lazio candidando la Bonino, ed era quella volta che ha vinto il PdL che la lista neanche ce l’aveva, e quindi Monti è tornato precipitosamente sui suoi passi e si è corretto, al video forum di Repubblica ha dichiarato:

(da DIRE): Bonino e' la candidata di Monti al Quirinale? "No, assolutamente no. Ho detto che ho un candidato, non e' donna, conosce bene quel palazzo dove ha esercitato l'altissima funzione di presidente di repubblica ed e' Giorgio Napolitano, che puo' sembrare una persona anziana ma sappiamo tutti che non lo e'". Cosi' Mario Monti torna sul nodo Quirinale e dice che voterebbe Napolitano "con vera gioia".

La ciliegina sulla torta poi l’ha messa Mario Mauro, europarlamentare e candidato al Senato per la lista Monti, che stasera all’agenzia AGI ha dichiarato:

"Ci sono tante personalità che si possono indicare per la carica di presidente della Repubblica e la proposta di nominare una donna va benissimo. A mio avviso però un'ottima candidatura sarebbe quella di Andrea Riccardi, ministro dell'Integrazione nel governo Monti e apprezzata figura istituzionale, nonché uomo del dialogo tra varie religioni, culture e forze partitiche, storico delle persecuzioni cristiane e uomo di frontiera, vicino ai sofferenti e ai poveri con il suo impegno nella comunità di Sant'Egidio".

Ricapitolando: Monti stima tantissimo la Bonino, magari ce ne fossero, come lei, ma poi no, è meglio Napolitano che pare vecchio ma lo sanno tutti che non lo è, un vero giovanotto, insomma, e Mauro folgorato sulla via di Sant’Egidio lancia appassionatamente la candidatura di Riccardi…..ma che si fumano, quelli di Scelta Civica?

Non basta. Sempre Monti è riuscito addirittura a farsi smentire dalla Merkel.

Stamattina il Prof., ospite di “Adnkronos confronti” ha dichiarato :  'La Merkel teme l'affermarsi di partiti di sinistra soprattutto in un anno elettorale per lei' e 'credo che non abbia nessuna voglia di vedere arrivare il Pd al governo'.

E’ chiaramente successo un putiferio. Tanto che dopo poco le agenzie si sono precipitate a rilanciare un’intervista della Merkel al giornale tedesco Straubinger Tagblatt, e segnalato via twitter dal suo portavoce. La Merkel, bontà sua,  ha specificato: "Spetta agli italiani scegliere il proprio governo. Io non mi immischio con consigli o raccomandazioni. La Germania e l'Italia sono Paesi amici e partner e siamo pronti a collaborare costruttivamente insieme a qualsiasi governo italiano" esca dalle urne.

Intanto si è scoperto che Oscar Giannino, quello della lista “Fare per fermare il declino”  non ha le due lauree che comparivano in rete nel suo curriculum, e quindi non poteva aver superato gli esami da magistrato come invece era andato dicendo (un posto che poi, secondo lui, aveva rifiutato), e non ha preso mai nessun master in economia a Chicago come aveva detto pubblicamente. E chissà quante altre cose si sarà inventato….ma che gli è venuto in mente?

E intanto Bersani smacchia giaguari, si prepara a riconoscere unioni gay e a cambiare la legge 40, Grillo vuole sfasciare tutto, e il più sano, nonostante tutto, continua a essere Berlusconi. Il quale, a scanso di equivoci, ha rilasciato una lunga intervista al settimanale Tempi in cui parla chiaramente del suo programma di governo, chiarendo la linea di partito anche sui temi etici.