la sua vita non "valeva" le cure e...

..e adesso per Charlie è troppo tardi. Si sono persi mesi preziosi, decisivi per la vita di Charlie, in battaglie legali nate perché fin dall’inizio i medici del GOSH avevano deciso che non ne valeva la pena, che in quelle condizioni, con quella qualità di vita, per Charlie era meglio morire.

Il mio commento su l'Occidentale.