prolusione, rapporti e striscioni

UNO: ho commentato su Tempi la splendida prolusione del Card. Bagnasco di ieri.Più chiaro di così non poteva essere, quasi la metà del testo dedicato ai principi non negoziabili. Tutta da leggere: il testo intero qua.

DUE: ma altri vescovi si fanno sentire, per esempio Mons. Crepaldi, vescovo a Trieste, con il suo Rapporto sulla Dottrina Sociale della Chiesa nel mondo, scritto insieme a Stefano Fontana, con la collaborazione di tanti esperti italiani e stranieri. Ho avuto l'opportunità di presentarlo proprio a Trieste, sabato scorso.  Questo il sito dell'Osservatorio Internazionale Cardinale Van Thuan, sulla Dottrina Sociale della Chiesa, appunto, che ogni anno segue gli eventi della Dottrina Sociale della Chiesa nel mondo, e che fra l'altro cura il Rapporto annuale. Vale la pena frequentarlo.

TRE: notizie da Parigi. Se vincono Bersani & Vendola, considerando che Monti&C. saranno ben felici di completare la squadra di governo, PURE IO GLI STRISCIONI. E VOI?

NOZZE GAY: FRANCIA; STRISCIONI PER IL NO SUI PONTI DI PARIGI

DISPIEGATI QUESTA MATTINA MENTRE INIZIA DIBATTITO IN PARLAMENTO (ANSA) - PARIGI, 29 GEN - Gli oppositori alle nozze gay in Francia hanno dispiegato decine e decine di striscioni sui ponti di Parigi questa mattina, in concomitanza con l'inizio del dibattito in Parlamento sulla controversa legge sui matrimoni fra persone dello stesso sesso, che potranno anche adottare bambini.
'Un padre e una madre, e' elementare', 'Tutti nati da un uomo e una donna', 'No alla filiazione-fiction', 'Un figlio non e' un diritto': queste alcune delle grandi scritte che si leggono percorrendo questa mattina il Lungosenna.
'E' la liberta' di espressione - ha spiegato la portavoce del collettivo degli oppositori 'Manif pour tous', Frigide Barjot - la liberta' di coscienza. Chiediamo liberta' di voto per i deputati. Vogliamo occupazione, posti di lavoro, non la legge Taubira' (Christiane Taubira, la guardasigilli, ndr).
La portavoce ha detto che sono stati 400 giovani a dispiegare stanotte gli striscioni su 170 fra ponti sulla Senna e cavalcavia sul Peripherique, il raccordo attorno alla capitale.
La stessa Barjot ha invitato alcuni giornalisti su una 'peniche' (chiatta) che naviga sulla Senna per una conferenza stampa, scortata da due gommoni della polizia fluviale. Arrivati all'altezza della Tour Eiffel, gli oppositori che erano con la Barjot hanno dispiegato altri due striscioni, 'per un matrimonio civile' e 'un papa' e una mamma, non c'e' niente di meglio per un bambino'.
I deputati cominciano oggi la maratona per varare il progetto di legge, prima grande riforma di societa' della presidenza di Francois Hollande. Il dibattito dovrebbe durare un paio di settimane, in cui maggioranza ed opposizione sembrano destinate a uno scontro frontale a colpi di emendamenti. Oltre 5.000 sono quelli gia' preparati dalla destra. (ANSA).