Le Pen, vescovo e costituzione

Uno. Non è inaspettata la vittoria della destra delle Le Pen in Francia: ampiamente annunciata fin da prima degli attentati del Bataclan, ovviamente confermata dalla virulenza degli attacchi dei terroristi islamici in Francia e non solo. Nell’attesa di leggere domani i commenti, osserviamo per ora che il marriage pour tous non ha portato voti, e chissà che non ne abbia invece tolti. Il vuoto della laicitè e del politicamente corretto non resiste di fronte a proposte fortemente identitarie: può piacere o no, ma il succo è questo.

Due. Il nuovo vescovo di Palermo si è insediato leggendo dal palco la Costituzione. Ne scrivo e commento su l’Occidentale.