Ciao, piccolo guerriero Charlie

Il nostro bel piccolo bambino se n'è andato, siamo così orgogliosi di te, Charlie, hanno detto i genitori, ai quali è stato negato persino l'ultimo desiderio, quello di portarlo per qualche giorno a casa.

E' un momento troppo drammatico, questo, per commentare come si deve le condoglianze del Gosh ai genitori di Charlie. Ma ci torneremo presto.

Intanto preghiamo, per Chris e Connie, innanzitutto, che Dio li sostenga anche in questo durissimo ultimo atto. Preghiamo, consapevoli di quello che è successo, ben sottolineato dal comunicato di Eugenia Roccella, che condivido pienamente, e dolorosamente.

CASO CHARLIE: ROCCELLA, NUOVA STRADA PER EUTANASIA = Roma, 28 lug. (AdnKronos) - "E' morto Charlie, il piccolo guerriero. Per la nostra civiltà morire era il suo 'migliore interesse'. Ma noi, insieme ai suoi genitori, pensiamo invece che meritasse ogni sforzo per aiutarlo a vivere. E' questa la nuova strada per l'eutanasia: l'abbandono terapeutico e la sospensione dei sostegni vitali". Lo afferma Eugenia Roccella, deputata di Idea