attentato a Berlino, Formigoni

Ieri sera ho scritto un articolo per l'Occidentale, dopo la strage del mercatino di Natale a Berlino.

Stamattina  il ricercato Anis Amris è stato ucciso dalla polizia, in Italia, dove era sbarcato anni fa. Anis Amris ha portato via con sé la verità sull'attentato a Berlino, sempre che lui sia stato veramente l'attentatore. Ma tutto quello che ho scritto per l'articolo, ieri sera, ancora vale, dalla prima all'ultima parola: i terroristi islamici tutti li conoscono ma nessuno li ferma. Almeno finché non sono sospettati di strage.

Riguardo la condanna in primo grado di giudizio di Roberto Formigoni, resa nota ieri, condivido e sottoscrivo le dichiarazioni di Eugenia Roccella:

Agenzia DIRE: "Desidero esprimere la mia vicinanza e stima al collega e amico Roberto Formigoni in questo momento difficile. Ricordo a tutti quanto ha dato Formigoni alla sua Regione come governatore, facendo per esempio della Lombardia un modello per l'organizzazione sanitaria. Confidiamo che i successivi gradi di giudizio avranno un esito diverso, e che possa vedere riconosciuta la sua innocenza". Lo dice Eugenia ROCCELLA, parlamentare di Idea.