Dicembre 2013

la Buona Novella (in un mondo apostata)

Arriva il Natale, e l’ultima dalla Francia è la notizia di una piccola cittadina in cui il presepe nella stazione ferroviaria è stato coperto, su richiesta di un cittadino, perché “viola la neutralità”. Qualcuno ha protestato, e allora è stato avviato un dibattito interno alla società ferroviaria per stabilire se sia giusto o meno esporre il presepio a Natale. 

Di fatti come questi ne abbiamo sentiti tanti, quest’anno, e se i cristiani in tante parti del mondo sono perseguitati fisicamente, in Europa sembrano votati all’estinzione: è come se noi europei fossimo colpiti da una specie di malattia autoimmune, di quelle cioè che scatenano reazioni autodistruttive, che aggrediscono i tessuti del proprio corpo, dall’interno, perchè non riescono a riconoscerli come propri e quindi li attaccano, come fossero estranei. Sono malattie per lo più incurabili e mortali.

L’occidente non riconosce più il cristianesimo come tessuto del proprio corpo, carne della sua carne, e cerca di espellerlo da sé, cancellandone i segni e limitando la libertà di parola e di espressione dei cristiani, cercando di renderli insignificanti, a volte convincendoli che è bene esserlo.

E quindi sta uccidendo se stesso: un continente stanco, senza più bambini, come quei vecchi oramai anaffettivi, inaciditi dall’avarizia, capaci solo di stringere a sé i resti di una ricchezza che fu (il mio tessoro, direbbe Gollum);  un continente che non ha più neppure un sussulto non dico di orrore, ma almeno di istintivo disgusto di fronte all’eutanasia per i bambini che il “civilissimo” Belgio, nel cuore dell’Europa, sta democraticamente riconoscendo come legge. Una sollevazione popolare, ci doveva essere. Ma io non ho visto eventi pubblici, in Italia o altrove. Spero mi siano sfuggiti.

E intanto arriva Natale, in un mondo che ne sta cancellando le tracce.

Ma finché avremo la tenacia, l’ostinazione e la perseveranza di raccontare la Buona Novella, ci sarà sempre qualcuno che, colpito, si fermerà ad ascoltarla, magari sorpreso a pensare che era qualcosa che aspettava da sempre.

Per questo vorrei augurare a tutti Buon Natale invitandovi a vedere il bel video linkato qui (guardatelo tutto, fino alla fine): l’annuncio della Buona Novella, sempre sorprendente, come all'inizio, anche se in un mondo oramai indifferente e dimentico, sostanzialmente apostata. 

Il "cattolico" Renzi e la piena

E con il “cattolico” Matteo Renzi è arrivata la piena.

Il “cattolico” Matteo Renzi oggi ha ben spiegato che, siccome lui è moderato, con l’umiltà e il rispetto verso il prossimo e la cattolicità che lo contraddistingue, "il tema delle unioni civili lo metteremo nel patto di coalizione, che piaccia a Giovanardi o no". E su questo la sua proposta, e quindi del Pd, è quella della civil partnership, sul modello inglese. Cioè, siccome lui è moderato, propone la stessa formula con cui si sono sostanzialmente sposati Elton John e il suo compagno.

Non il matrimonio, ma una cosa pressochè identica, cambia solo il nome.

Sarà il “cattolico” Matteo Renzi a rendere l’Italia un paese finalmente moderno, con i matrimoni o simil-matrimoni omosessuali, con la modifica della legge 40 sulla fecondazione assistita, e chi più ne ha più ne metta. E’ lo stesso che aveva sostenuto il Family Day,  certo, ma bisogna anche capirlo: con certe idee, addio segreteria Pd!!!! E allora, eccolo qua imbarcare Scalfarotto, Serracchiani & C., e via, verso il sol dell’avvenir!!!!

Mi era simpatico, lo pensavo coraggioso. Invece è solo la versione incolta e soprattutto cinica di Romano Prodi. Prepariamoci a tutto: con il “cattolico” Matteo Renzi, è arrivata la piena.

E tra l’altro, caro (si fa per dire) Renzi, ma quanto sprezzo stupido e volgare nei confronti di Giovanardi! MA CHI TI CREDI DI ESSERE, TU?

Sempre a proposito della piena che è arrivata, l'ottimo Introvigne segnala l'ultima trovata dell'UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni razziali del Ministero delle Pari Opportunità): "Linee guida per un'informazione rispettosa per le persone LGBT". Leggete, leggete..... e poi, recitiamo tutti insieme i nuovi dieci comandamenti!

Renzi, Alfano, le Sentinelle

UNO:  Renzi vincitore assoluto alle primarie del Pd: vediamo adesso che succederà. E’ la prima volta che diventa segretario del Pd una persona estranea al vecchio PCI. Il  Pd come lo abbiamo conosciuto fino a oggi non c’è più. I risultati delle primarie, così come riportati adesso, mostrano che Renzi ha sostanzialmente asfaltato proprio l'apparato di partito che un anno fa era riuscito a metterlo da parte. Vedremo, con Berlusconi fuori dal Parlamento e oggettivamente indebolito, se il Pd riuscirà a rimanere unito.  Renzi intanto ci ha già deluso, in questi mesi. Si è dichiarato cattolico, ma ha sostenuto il disegno di legge Scalfarotto sull’omofobia, e sui cosiddetti diritti civili la sua posizione è indistinguibile da quella laicista della peggio sinistra.

DUE: ieri alla convention dell’Nuovo Centrodestra, Alfano ha dichiarato apertamente cose che noi umani non sentivamo più da tanto tempo (lo avete notato?), e che pensavamo cadute irrimediabilmente nell’oblìo, e cioè: “Crediamo che la vita sia tale fin dal suo concepimento, crediamo che qualcuno quella vita la dia e qualcuno la tolga, ma questo qualcuno non deve essere il Parlamento”, e ancora "Crediamo nella vita e nella famiglia fondata da un uomo e da una donna che si sposano e vogliono fare dei figli".

Alfano ha chiesto poi alla Madonna di illuminare il cammino suo e dei suoi amici del nuovo partito, e ha chiuso la sua convention chiedendo a Dio di benedire l’Italia.

Incredibile: c’è ancora qualcuno che a queste cose ci crede, e che addirittura le fa sue nel programma politico. Molto più ovvio, purtroppo, che tutte queste frasi di Alfano non siano state sottolineate da nessuna parte, neppure nell’area cattolica.

TRE: intanto i tempi si fanno sempre più duri. Leggiamo dall’agenzia ANSA: Tensione oggi (ieri, 7 dicembre) in centro a Bergamo, dov'era in programma una manifestazione delle 'Sentinelle in piedi' per protestare contro il disegno di legge Scalfarotto e a favore della liberta' di espressione: i manifestanti sono stati contestati dai giovani dei centri sociali. Un centinaio le 'Sentinelle', molte con famiglie al seguito: hanno inscenato una protesta silenziosa. Una sessantina gli antagonisti, con striscioni, slogan e insulti. Lanciati anche fumogeni verso le famiglie. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri, che si sono messi tra le due 'fazioni' per evitare scontri fisici. Gli esponenti dei centri sociali hanno reagito con spintoni, calci e sputi verso la polizia. Molti degli antagonisti sono stati identificati: saranno denunciati per manifestazione non autorizzata, per il lancio dei fumogeni e per resistenza a pubblico ufficiale.

ANSA si guarda bene dallo specificare con chiarezza che il disegno di legge Scalfarotto, è quello che istituisce il nuovo reato di omofobia.

Qui il comunicato delle Sentinelle in Piedi, con il calendario delle manifestazioni in Italia.

a proposito di Stamina

Sulla vicenda di Stamina, il mio commento su Avvenire:

Sarà difficile nominare un comitato di specialisti tra i quali nessuno abbia mai espresso pubblicamente un giudizio sulla vicenda Stamina, che va avanti da anni, e ha risonanza mondiale. E sarà difficile che un nuovo comitato accetti un protocollo identico a quello già respinto all’unanimità da personalità competenti come quelle nominate nel precedente. 

qua il link al testo completo.