Ha vinto Berlusconi, insieme al voto cattolico

Ha vinto Berlusconi, insieme al voto cattolico.

Ha vinto lui, scendendo in campo per far votare la Polverini, contro tutte le probabilità, contro tutto e tutti. Ha vinto la sua linea politica, piaccia o meno: i suoi alleati sono cresciuti, basta vedere la Lega, e i suoi avversari sono stati sconfitti sonoramente.

Ha vinto il voto cattolico, quello dei principi non negoziabili, per la precisione: Cota ha fatto gran parte della sua campagna su questo. E nel Lazio la Bonino ha perso anche se dall’altra parte non c’era neanche la lista.  L'Udc ha annacquato la sua caratterizzazione cattolica:  per andare sia con la destra che con la sinistra l'Udc non ha potuto caratterizzarsi più di tanto,  ed è andata meglio quando il tratto cattolico era più evidente (v. Paola Binetti in Umbria). Anche nel Lazio contro la Bonino l'Udc non ha detto granchè, lasciando solo il card. Bagnasco e Vallini a parlare chiaro.  E anche il successo personale di Magdi Allam  in Basilicata va in questo senso.

Alla faccia dei finiani e di tutti quelli che dicevano che il voto cattolico non conta niente…..

E’ letteralmente in polvere l’asse Fini-D’Alema-Casini: l’Udc si è dimostrata irrilevante per gli equilibri politici italiani, inconsistente come i “laboratori politici” di D’Alema, che cercava nell’Udc un alleato prezioso: la vittoria di Vendola è una sconfitta di tutto questo, definitiva. Per non parlare di Fini, totalmente ridimensionato, e stasera siamo buoni: in questi mesi ha fatto la sua campagna contro Berlusconi tutta in chiave anti-leghista – v. le iniziative su immigrazione e cittadinanza, per non parlare della noiosa retorica sull’unità d’Italia – ed in chiave laicista, ed ecco i risultati….sarà bene che quelli di farepassato ci facciano un pensierino su.

Mentre scrivo c’è Rosi Bindi che sta lavorando di fantasia, e sta cercando di spiegare che il centro destra ha perso, e che la sinistra si sta riprendendo. Speriamo che continui a riprendersi sempre in questo modo.

Un dato su tutti, tanto poco rilevante per il risultato generale, quanto però significativo: in Umbria la Lega Nord – che abbiamo saputo che si candidava solo quando abbiamo visto l’elenco delle liste – ha preso gli stessi voti dell’Udc, partito storico nella nostra regione.

Ma di cosa vogliamo parlare?

Ha vinto il popolo delle province, abbiamo vinto noi del popolo, insomma: W LA PROVINCIA! Lazio docet: Roma premia la Bonino, ma tutto il Lazio premia la Polverini, e pare sia andata così anche in Piemonte, fra città e campagna.

ABBIAMO VINTO!!!!!!!