pare che Mirna voglia morire...

16.11.2009 – Aduc

Mirna, la donna di San Giorgio Jonico, di 60 anni, ricoverata in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale 'Perrino' di Brindisi, affetta da sclerosi laterale amiotrofica (Sla), ha manifestato chiaramente la volontà di morire. Lo ha reso noto stamani il procuratore capo della Repubblica Marco Dinapoli.
Proprio la Procura, attraverso il pm di turno Giuseppe De Nozza, aveva disposto una perizia medico-legale ed una perizia psichiatrica sulla donna per stabilire se è in grado di intendere e di volere. Ed in effetti, dagli accertamenti medici è emerso che Mirna vuole morire. Lo ha scritto con il suo linguaggio, sbattendo le palpebre allo scorrere delle lettere dell'alfabeto e componendo le due parole 'voglio morire'.
Adesso la Procura ha chiesto al giudice tutelare la nomina di un amministratore di sostegno per le decisioni del caso ma questi, una volta nominato, non potrà non tenere presente la volontà della donna. E intanto il tempo trascorre e le condizioni di salute della donna si aggravano: attualmente è intubata ed entro 10 giorni dovrebbe essere eseguito un intervento di tracheotomia che, però, richiede il consenso della paziente.
Mirna ha trascorso le ultime settimane nel letto di una casa di cura di Mesagne, nel brindisino, e da alcuni giorni è stata trasferita nell'ospedale 'Perrino' di Brindisi, dove i medici le hanno suggerito di sottoporsi in tempi brevi a un intervento di tracheotomia. Sia i suoi familiari sia lei stessa però rifiutano e chiedono che questa loro decisione sia rispettata, fino alle estreme conseguenze.