Pensierini

Pensierino numero uno

Capisco che siamo in un periodo confuso, che la politica la fanno i giornali, che qua conta solo chi strilla e a ragionare siamo rimasti in pochi, etc. etc., ma almeno qualche calcolo elementare dovrebbe essere alla portata di tutti.

L’ultima novità sulla legge sul fine vita è che venti deputati PdL hanno scritto una lettera a Berlusconi per chiedere di rivedere il testo Calabrò, approvato al Senato. Essendo i deputati PdL 270, se ne deduce che 250 sono invece a favore del testo di legge. Di quei venti, poi, una – Souad Sbai – ha detto di non aver firmato, e un altro – Stracquadanio – è favorevole al “lodo Sacconi”, cioè alla leggina salva-Eluana, quella che impedisce di sospendere alimentazione e idratazione, cuore del testo Calabrò. E allora di che stiamo a parlare?  

Pensierino numero due

Il Pd non vuole l’indagine conoscitiva in parlamento sulla pillola abortiva Ru486. Sarebbero stati d’accordo solo se si fosse fatta dopo il congresso del partito. E poi dicono che è un’indagine del tutto inutile. Ma se è inutile, qual è il problema? Che c’entra il congresso del partito, con un’indagine inutile?