evviva McCain, però ha vinto Obama

Ho tifato McCain, e invece ha vinto Obama. E’ stato triste assistere alla sconfitta del soldato, è stato comunque bello vedere la vittoria dell’uomo nero, e non diremo mai abbastanza sul sogno americano, su quanto sia affascinante e suggestiva insieme la tensione ideale che comunque avvertiamo sempre, nel loro God Bless America.

Invito tutti voi a leggere il discorso, strepitoso e commovente, di McCain, un personaggio straordinario: solo in America chi ha appena perso l’elezione più importante del mondo può dire ai suoi sostenitori ”Auguro buona fortuna all’uomo  è stato il mio avversario e che sarà il mio presidente”. Oggi l’ho letto ai miei figli, e sono rimasti tutti molto impressionati, colpiti.

Magnifico anche il discorso di Obama, naturalmente, anche quello vale la pena leggerlo. Nel link al sito di Repubblica sono riportate anche le interruzioni del pubblico, suggestivi quei “yes we can”, corali, di quella folla immensa. Qua, il video della Rai.

Patetico invece lo spettacolo di chi ieri bruciava le bandiere a stelle e strisce, e oggi festeggia Obama, come se l’America fosse cambiata in una notte.

E adesso staremo a vedere.

God Bless America. Forever.